Voci dalla Grande Guerra – 25 novembre, h.21

img_8733Quarto appuntamento con la Storia della Prima Guerra Mondiale, lungo il percorso che stiamo intraprendendo a Pianiga con la mostra Grande Guerra. Memorie di dolore e solitudine e che si sta riveando un gran successo.

Al teatro comunale di Pianiga, alle ore 21, saranno lette al pubblico lettere scritte dai veri protagonisti della guerra, i nostri nonni in divisa, che racconteranno il dolore e la sofferenza che stavano vivendo in trincea, lontani da casa e dagli affetti. Voci dalla Grande Guerra è anche musica: le letture saranno intervallate da canti popolari e di guerra molto toccanti. 

La serata è organizzata grazie alla collaborazione tra l’associazione Riviera al Fronte e il coro Fiori de Suca di Borbiago, diretto da Monica Giori. Una collaborazione sorta già l’anno scorso in occasione della mostra dedicata alla Prima Guerra Mondiale a Borbiago e che prosegue dopo il grande successo ottenuto.

Introduzione di Ivan B. Zabeo (Presidente Riviera al Fronte); lettori: Gloria Gallo e Ivan B. Zabeo

Sopra: momento di Voci dalla Grande Guerra, centro civico di Borbiago, 7 novembre 2015 (Credits: Alice Boscolo)

La Foto – 18 novembre, ore 21.00

12282846_10208083345667340_871117201_n

Terzo imperdibile appuntamento legato alla mostra Grande Guerra. Memorie di Dolore e Solitudine. Il protagonista è il teatro, il tema sta assumendo contorni sempre più importanti e anche Riviera al Fronte sta iniziando ad avvicinarsi: il ruolo della donna nella Grande Guerra.

La Foto“, questo è il titolo della rappresentazione presentato dall’associazione artistica Teatro delle Ortiche di Padova e che sarà messo in scena alle ore 21 di venerdì 18 novembre presso il teatro comunale di Pianiga.

Come presenta lo stesso gruppo teatrale:

“La Foto” non è semplicemente un dramma sulla guerra ma, soprattutto, un’analisi della donna che combatte continuamente le sue guerre, grandi o piccole che siano, perché ogni cosa che un prezzo ma quello che si chiede di pagare alle donne è sempre alto. Tre donne, tre sorelle, tre modi diversi di vivere la guerra…con la consapevolezza che niente sarò come prima

Questo, inoltre, è anche un omaggio alla città di Padova, colpita un secolo fa esatto, da un catastrofico bombardamento austroungarico e che ha portato alla morte di 93 civili.

Come accennato in testa alla presentazione, anche Riviera al Fronte comincerà a lavorare sul tema della donna durante il primo conflitto mondiale. A tal proposito, stiamo cercando di arricchire il nostro archivio: per il momento abbiamo recuperato alcune informazioni grazie ad alcuni doccumenti ritorvati nell’archivio storico di Mira, ma crediamo che molto possa essere recuperato anche tra i ricordi di famiglia.

Ovviamente l’invito che vi rivolgiamo è di contattarci per conoscere il progetto ma anche di entrare in contatto con noi per collaborare. Uno scambio di vedute è, nel nostro caso, sempre ben accetto.